Polline d’api. Proprietà ed utilizzo

Il polline rappresenta la parte dei fiori responsabile della fecondazione e per questo costituisce la più ricca e completa fonte di amminoacidi, proteine, zuccheri, vitamine, sali minerali e grassi.

Un grande aiuto al processo di dispersione del polline è dato dalle “api bottinatrici” che posandosi sui fiori per prelevarne il nettare, trasportano con loro anche il polline che rappresenta la principale fonte di proteine per la crescita delle larve ed è l’ingrediente principale per la sintesi della pappa reale destinata alla regina. Il procedimento con cui le api operaie raccolgono il polline è molto interessante: grazie alla peluria presente sulle zampe leggermente sporche di miele, la polvere si “aggrappa” e vengono formate delle palline appiccicose che vengono poi trasportate sulle zampe posteriori.

Per raccogliere il polline l’apicoltore applica, in alcuni periodi dell’anno, all’ingresso dell’alveare una “griglia” attraverso cui le api devono passare per poter entrare. Durante il passaggio, le palline di dimensioni maggiori cadono in un piccolo contenitore mentre quelle più piccole vengono trasportate all’interno dell’alveare e sono utilizzate per il fabbisogno interno. Una volta raccolto, la conservazione del polline avviene tramite un processo di deumidificazione che permette di salvaguardarne le proprietà nutritive.

Proprietà ed utilizzo

Le proprietà nutrizionali del polline sono eccezionali: contiene 21 dei 23 amminoacidi, Potassio, Calcio, Magnesio, proteine, Vitamine A, B, C ed E, zuccheri, sostanze antiossidanti, carotenoidi, flavonoidi e fitosteroli.

L’assunzione di questa “bomba nutrizionale” che apporta circa 285 kcal per 100 grammi, è raccomandata in numerose situazioni grazie ai tanti benefici che può apportare. Per questo motivo sono svariati gli usi compiuti del polline

  • Può essere usato per aiutare le persone affette di anoressia a ritrovare l’appetito e riprendere peso.
  • Come integratore energizzante per persone indebolite
  • Combatte l’invecchiamento precoce
  • Per ristabilire il corretto funzionamento dell’intestino
  • E’ un possibile rimedio contro l’impotenza sessuale
  • Protegge il corpo dalle aggressioni microbiotiche
  • Nell’uomo combatte l’ipertrofia alla prostata
  • Migliora la memoria combattendo l’affaticamento mentale
  • Stimola e rinforza il sistema immunitario
  • Essendo ricco di amido è importante nel riattivare e mantenere una sana flora intestinale
  • Per contrastare gli effetti della menopausa

 

 

Lo si può trovare in granuli che hanno una colorazione variabile dal giallo al marroncino o in capsule.

La fraganza è dolce e gradevole; la stessa cosa invece non si può dire del sapore, infatti si consiglia di assumerlo prevalentemente sciolto in bevande.

Curiosità

1 cucchiaino di polline d'api corrisponde a 1 mese di lavoro di un'ape.

Ogni granello di polline d'api contiene più di 2 milioni di grani di polline di fiori e un cucchiaino ne contiene più di 2,5 miliardi!